Le idee che mossero il mondo

Categorie: , .

€ 30.00

Product Description

Le idee che mossero il mondo

di Pino Rauti

Dal mito alla storia, attraverso gli oceani del tempo, le idee che mossero il mondo testimoniano le linee di vetta degli eroi, dei re, dei prìncipi, dei cavalieri, dei popoli. E poi i sogni, le verità, le menzogne, le incomprensioni, i legami, le grandi imprese e i progetti falliti. La storia non ha un senso. Ha solo un lento decadere, tra aggressivi paradossi e tragiche poesie. Le idee che mossero il mondo è una serrata critica alla retorica dei buoni sentimenti, tanto ostentata quanto vacua, e contiene una riflessione tesa a scandagliare gli abissi e i vuoti del mondo contemporaneo.
Seguono le analisi sui grandi laboratori culturali dell’umanità, sulle tradizioni e le correnti spirituali dell’Europa, dell’Asia e del Mediterraneo, sulla vita materiale e il deserto nichilista dell’odierno sistema mondo. Tutto ciò potrà dare utili suggerimenti a chi desidera strapparsi a questa ruota dei dannati. Bisogna ascoltare l’inconfondibile ritmo della storia e ricordare che noi non cesseremo di esplorare, e fine di ogni nostra esplorazione sarà arrivare là donde partimmo e conoscere il luogo per la prima volta.

 

PINO RAUTI, giornalista, scrittore, deputato nazionale ed europeo. È stato segretario nazionale del Movimento Sociale Italiano negli anni 1990-’91. Ha scritto numerosi libri di storia e di cultura, fra i quali: L’immane conflitto, Fascismo e Mezzogiorno e una biografia su Benito Mussolini. È stato fondatore e presidente nazionale del Movimento Sociale-Fiamma Tricolore e direttore politico del quotidiano Linea.
Per i tipi di Controcorrente ha pubblicato Storia del Fascismo.

 

“Ci sono, ormai, in America,
degli esperti “condizionatori” dell’uomo,
i tecnici di questa nuova scienza
dei bisogni e delle necessità,
i “preti” motorizzati e ben retribuiti
dell’industria standardizzata
che invocano sull’ara del progresso sociale
gli ulteriori balzi in avanti dei consumi
e delle esigenze collettive,
ci sono i “manipolatori” anche di quel
brandello d’animo che è rimasto
all’americano qualunque,
pressato nella suburbana,
inscatolato nella sua auto,
martellato dalla radio e dalla tv,
annichilito dal “successo” dei vicini,
terrorizzato all’idea delle insolvenze
bancarie, cambiarie, economiche,
tiranneggiato dalla moglie e dai figli
che non vogliono sfigurare”.

Numero di pagine: 560