Il Secolo del 1914. Utopie, guerre e rivoluzioni nell’Europa del XX Secolo

Categoria: .

€ 25.00

Product Description

di Dominique Venner

La guerra del 1914 è la chiave del destino europeo, l’evento fondante del ventesimo secolo. Dopo aver provocato la morte di nove milioni di uomini, essa liquidò i tre imperi e le aristocrazie che innervavano l’Europa. Da quel terremoto è derivato tutto il resto: terribili collere e immense speranze, l’ascesa delle utopie rivoluzionarie e l’avvento di regimi nuovi, poi una seconda guerra mondiale ancora più distruttrice della prima, da cui scaturirono il declino dell’Europa, la decolonizzazione, la distruzione della socialità europea, l’americanizzazione dei costumi, l’immigrazione e il terrorismo.
Dopo il 1918, sulle macerie della vecchia Europa, quattro figure – il presidente americano Woodrow Wilson, Vladimir Lenin, Benito Mussolini e Adolf Hitler – hanno incarnato le grandi utopie del XX secolo. Essi impersonano la lotta senza quartiere fra quattro sistemi rivali dalla quale è scaturito il mondo nel quale viviamo.
Questo libro analizza le ideologie e la loro influenza sul comportamento degli uomini e lo svolgimento della storia. Dominique Venner descrive la genesi e il susseguirsi delle lotte mortali originate dal conflitto dell’estate 1914 da cui il liberalismo americano è uscito vincitore. Ma per quanto tempo? In risposta a questa domanda, l’autore avanza una serie di suggestive e originali ipotesi.


DOMINIQUE VENNER (1935-2013), scrittore, storico. Ha diretto la rivista Enquête sur l’Histoire e fondato La Nouvelle Revue d’Histoire. Ha pubblicato una cinquantina di opere dedicate a temi come la Resistenza, la Collaborazione, il Fascismo tedesco, la guerra civile russa, il terrorismo, la guerra di secessione. La sua Histoire de l’Armée rouge è stata premiata dall’Académie française.


Numero Pagine: 492
ISBN: 9788898000227