Pensiero ribelle 2

Categorie: , .

€ 30.00

Product Description

Interviste, testimonianze, spiegazioni al di là della Destra e della Sinistra

di Alain de Benoist

secondo volume

I barbari sono coloro che privano gli uomini della loro umanità e autenticità. Secondo Alain de Benoist, non c’è niente di più barbaro della logica del capitale, la cui estensione planetaria trasforma l’uomo in una macchina per produrre e consumare, generalizza il regno dei valori mercantili, sradica le identità culturali e i modi di vita differenziati. La ricerca del profitto materiale è l’unica molla di questa logica. Essa distrugge il legame sociale e smantella ogni valore simbolico a vantaggio del semplice valore monetario. A poco a poco, trasforma gli uomini stessi in oggetti. Il risultato di questo capitalismo totale è l’annientamento del soggetto, il controllo sociale dei corpi, la manipolazione delle menti. Alain De Benoist difende il principio del diritto alla differenza. Ma questo principio, come tutti i principi, vale solo per la sua generalità. Questo significa che siamo legittimati a difendere la nostra differenza solo se siamo capaci di difendere anche quella degli altri. Ciò che maggiormente minaccia la nostra identità non è dunque l’identità degli altri, ma ciò che mette oggi in pericolo tutte le identità: l’americanizzazione del mondo. L’apertura di un fast food o di un supermercato attenta alla nostra identità molto più della costruzione di una moschea!

ALAIN DE BENOIST, scrittore e saggista, dirige le riviste Krisis e Nouvelle école. Ha pubblicato una quarantina di volumi; nel 1978 ha vinto il premio per la saggistica dell’Académie française. Per i tipi di Controcorrente ha pubblicato Nazismo e comunismo, Dialoghi sul presente, in collaborazione con Giuseppe Giaccio e Costanzo Preve, Tradizioni d’Europa e il primo volume di Pensiero ribelle, dato alle stampe nel 2008.

Pagine 448
Rilegato con sovracoperta
Edizioni Controcorrente
ISBN 978-88-89015-90-2