Diritto e Società Internazionale

Categoria: .

€ 11.00

Descrizione prodotto

Diritto e Società Internazionale
Problematiche antiche e moderne: vilipendio della religione, legazia apostolica, famiglia, aborto, calunnia, matrimonio e divorzio

di Bruno Lima

Il SILLABO di Papa Pio IX, promulgato l’8 dicembre del 1864, condannava quello stato di confusione morale – allora emergente, oggi diffuso – che il nuovo corso degli eventi stava introducendo nell’Europa cristiana.
Le 80 proposizioni di cui si compone il documento pontificio enunciano altrettanti grave errori dei tempi moderni, cosicché la retta via per il fedele cattolico consiste nell’esatto contrario di quanto in esse si legge.
In particolare il paragrafo Errores qui ad liberalismum hodiernum referuntur tocca da vicino il problema della libertà religiosa e conseguentemente del vilipendio della religione, qui intesa quale Vera Religione, ossia la Cattolica Apostolica Romana…
La Legazia Apostolica è un istituto tipico del diritto pubblico del Regnum Siciliae e corrisponde alle istanze giurisdizionaliste della politica ecclesiastica attuata nel corso di molti secoli dai vari governanti succedutisti al potere nell’isola: essa fu uno straordinario privilegio in virtù del quale i Re di Sicilia, nel momento stesso in cui ascendevano al trono, si arrogavano il diritto di qualificarsi legati a latere del Pontefice e di esercitare come tali una serie di vistose prerogative circa sacra…
Il tema dell’aborto coinvolge molteplici campi d’indagine, a cominciare da quello morale, medico, sociale e non ultimo il settore legislativo… Con la nostra ricerca ci proponiamo di mostrare sinteticamente il percorso seguito dalla normazione penale in tema di aborto procurato nel diritto romano prima e nella legge canonica poi, fino al presente dettato normativo.
Nel procedere, però, ad una valutazione di tipo prettamente giuridico, riteniamo necessario soffermarci innanzitutto sul significato stesso del termine aborto, genericamente inteso, nelle sue varie possibilità di attuazione, onde trarne una più chiara interpretazione delle leggi che se ne sono occupate nei secoli passati come nella nostra epoca…
Pur trovando tracce di una repressione della calunnia nel periodo classico, dobbiamo comunque attendere l’instaurarsi del Principato Cristiano perché la punibilità del reato de quo assuma caratteri di maggiore gravità…
Da un punto di vista rigorosamente giuridico, il legislatore romano-cristiano intende, fra l’altro, punire il calunniatore in quanto costui, pur non svolgendo una funzione pubblica e non agendo neppure per tutelare un interesse privato, determina l’intervento degli organi giurisdizionale dello Stato a danno di un soggetto riconosciuto innocente… Riteniamo che il Codice Rocco abbia colto questa sapiente intuizione dell’antico legislatore, collocando la calunnia tra i delitti contro l’attività giudiziaria, dato che tale reato offende oltre all’accusato innocente anche lo Stato…
Se il matrimonio è guardato quale causa necessaria della famiglia, si comprende quanta importanza esso assuma nell’ambito dell’etica cristiana dove l’istituto familiare viene considerato come la cellula primigenia della più vasta comunità umana ed ecclesiale…
Attraverso le nostre osservazioni sulla antitesi matrimonio-divorzio, noi affrontiamo ora soltanto una componente della polemica che ha preso di mira le fondamenta della società tradizionale…

Numero di pagine: 116