FORGOT YOUR DETAILS?

PietroGoliaTrigesimo

La Redazione di Controcorrente Edizioni è grata a tutti coloro che – dopo la perdita del compianto Pietro Golia – hanno continuato ad incoraggiare e sostenere il nostro lavoro. Riportiamo di seguito alcuni articoli in memoria di Pietro, nonché diverse manifestazioni di cordoglio pervenuteci tramite Posta Elettronica, Twitter e Facebook. Grazie ancora a tutti voi: Pietro vive! MESSAGGI – COMMENTI Francesco Morra (1 Febbraio 2017, via Facebook): «Perché Pietro Golia è un grande

Carlo di Borbone e l'Arciconfraternita dei Pellegrini

Giovedì 23 febbraio 2017, alle ore 17:00, nel Salone del Mandato dell’Arciconfraternita dei Pellegrini sita in via Portamedina 41 – Napoli (Quartiere Pignasecca – Si accede dal cortile dell’Ospedale dei Pellegrini), si terrà un incontro sul tema “Carlo di Borbone e l’Arciconfraternita dei Pellegrini”, nel corso del quale sarà presentato il libro “Carlo di Borbone. Re di Napoli e di Sicilia” di

Fergola-TorneodiCaserta

Regno di Napoli, giardino di Fergola: il paesaggio come stato d’animo Una mostra restituisce i capolavori del pittore amato dai re Francesco I e Ferdinando II Quando Ferdinando IV tornò, nel 1815, sul trono napoletano, il figlio prediletto, Leopoldo, principe di Salerno, viste le straordinarie migliorie apportate da Gioacchino e Carolina Murat ai palazzi reali,

cold-snow-person-winter

In queste ore, è un grande risultato la diminuzione dei fuochi d’artificio. Mi rammarico solo che c’è una violenza e una conflittualità metropolitana di stampo camorristico, per le vie del centro e non solo, tra elementi giovanili (la paranza dei bambini), extracomunitari, polizia e carabinieri. Insomma, aumentano le aree del disagio, come quelle del non-lavoro,

fireworks

Caro Sindaco, parliamo dei “botti di fine anno”, una follia di pochi, costata a molti, molto di più. Tutto in linea con quanto un quotidiano a prevalente indirizzo economico-finanziario ha pubblicato sulla qualità della vita nelle città italiane. Nella classifica stilata, Napoli occupa il posto numero 101 su 110, molto, ma molto vicini al baratro.

giornalaio-pompei

I cittadini di Pompei dicono basta! Non ne possono più. La notizia della revoca dei tavolini da Piazza Bartolo Longo da parte della soprintendenza ha provocato indignazione. «Mal si sopporta questa ingerenza da parte della soprintendenza in un luogo non archeologico.» Sono le parole di Giovanni Precenzano, attivista di Pompei e fondatore con alcuni giovani al

lettera-mattino-18 nov-2016

Lettera inviata dagli operatori telefonici di Almaviva al quotidiano “Il Mattino” di venerdì 18 novembre 2016.

logo-contro-bianco

Chissà perché si spendono soldi a palate per le navi che devono andare a raccogliere i migranti, chiamate ovviamente dagli organizzatori delle migrazioni senza scrupoli, e mai che si senta parlare di una linea di collegamento regolare, tipo quelle sull’Adriatico da sponda a sponda: esistite da sempre, indipendentemente dall’adesione all’Europa… magari con cadenze settimanali tra

logo-contro-bianco

Come si può ben vedere dall’articolo più sotto, scritto da Federico Rampini su «la Repubblica» di martedì 15 novembre 2016 (Da Brexit a Trump l’inganno delle élite dietro alla crisi dell’Occidente), la critica compatibile dei liberali adesso riconosce, sebbene a denti stretti, con mille reticenze e con enorme e complice ritardo, ciò che ne La sinistra

La-Repubblica

Da Brexit a Trump l’inganno delle élite dietro alla crisi dell’Occidente Nel nuovo libro di Federico Rampini un’analisi delle cause della crescita dei populismi Il mondo sembra impazzito. Stagnazione economica. Guerre civili e conflitti religiosi. Terrorismo. E, insieme, la spettacolare impotenza dell’Occidente a governare questi shock, o anche soltanto a proteggersi. Senza una guida, abbandonate

INIZIO